Limpida Mente

RELAZIONI - Le interviste di LimpidaMente

Alcune domande a THYA B. WOOD

(18 dicembre 2023)

Thya B. Wood nasce il 17 settembre in un piccolo centro della Liguria, dove vive tuttora con la moglie. Da sempre dotata di fervida immaginazione, amante di libri gialli e serie televisive di genere crime, decide di impiegare il tempo libero che il lavoro le lascia per scrivere il suo primo romanzo thriller “5 Passi nel parco”. Il libro, uscito a inizio settembre 2023, sta riscuotendo un buon successo sia di vendite che di critica ed è stato selezionato per la sezione autori indipendenti del Salone del libro di Torino 2024."

THYA B. WOOD
 
Domanda: "5 passi nel parco" è il suo primo romanzo, un thriller che è anche una storia di relazioni. Come è nata in lei l'ispirazione per scriverlo?
Risposta:
«Ho sempre amato molto i thriller come lettrice e sono una fan delle serie televisive crime, era quasi inevitabile che, se un giorno avessi scritto qualcosa, si sarebbe trattato di un romanzo giallo. L’ispirazione è stata alquanto casuale: un pensiero di prima mattina è diventato un’idea e poi una storia. Da lì sono partita, sviluppandola, arricchendola, cambiandola, inserendo nella trama poliziesca anche le vicende private e sentimentali dei protagonisti. “5 passi nel parco” è il risultato».

Quali sono gli elementi di originalità che i lettori possono trovare in questo libro?
«Non è semplice rispondere a questa domanda, è possibile che in altri romanzi che non conosco vi siano affinità con la mia storia. Ho scelto una protagonista donna e dichiaratamente omosessuale, in un panorama letterario dominato da detectives uomini circondati da belle ragazze. I crimini del serial killer vengono perpetrati con modalità piuttosto inconsuete, sarà il lettore a scoprirne le ragioni. Ritengo tuttavia che ogni storia sia originale a modo suo, poiché porta con sé qualcosa delle esperienze di vita dell’autrice/autore».

Parliamo di Marla, la poliziotta protagonista del romanzo. Senza svelare la trama, che merita di essere gustata durante la lettura, può dirci quali sono le particolarità di questo personaggio dal punto di vista umano e professionale?
«Marla è una ragazza semplice, non ama gli orpelli e le finzioni del mondo che la circonda. È profondamente onesta e amante delle regole e queste sue caratteristiche danno di lei un’immagine distorta di persona inappuntabile al limite della perfezione. Lei invece non è affatto così, è piena di dubbi, paure e capace di commettere errori anche gravi, più che altro a livello relazionale. Professionalmente è una detective capace, ostinata, affidabile e molto stimata dai colleghi della sua squadra».

Quali altri personaggi hanno un ruolo importante nel romanzo? Cosa può dirci di loro?
«
Tutti i personaggi, anche quelli apparentemente di minor rilievo, hanno una funzione ben precisa all’interno della storia: ho avuto bisogno di ognuno di loro per renderla completa. Penso al mio romanzo come a una fabbrica, dove ogni operaio ha un ruolo indispensabile per la realizzazione del prodotto finito. Oltre al tenente Greenwood, le protagoniste più incisive sono senza dubbio la sua compagna Sarah Turner, donna forte ma sensibile sia nella vita che nella professione, nonché l’affascinante assistente procuratore Janis Wilde, dotata di un forte carisma».

Troveremo nei suoi prossimi romanzi i protagonisti di “5 passi nel parco”?
«Nei miei prossimi romanzi, due dei quali sono già in prima stesura, i lettori ritroveranno diversi dei protagonisti di questa storia. Alcuni usciranno di scena per svariate ragioni, altri nuovi, ma non meno interessanti, subentreranno».

"5 passi nel parco" è una storia in cui protagoniste assolute sono delle donne alle prese con avvenimenti tragici, delitti e violenza. Nella sua creatività letteraria vi sono riferimenti a fatti reali o è tutto frutto di fantasia?
«La vicenda non ha riferimenti a fatti reali o a persone da me conosciute, quindi posso affermare che è tutto frutto della mia fantasia. È altresì innegabile, come detto prima, che in ogni storia chi la scrive ci mette qualcosa di sé».

Con la trama del thriller si intreccia anche una storia di relazioni in cui si alternano amore, passioni e tradimenti. Pensa che nella vita reale tutto ciò succeda di frequente?
«Penso che la vita reale offra situazioni anche più complesse di quelle da me narrate, quindi la risposta è assolutamente sì».

Quali messaggi umani o sociali i lettori possono trovare tra le righe del romanzo?
«Per dare una risposta esaustiva dovrei scendere in dettagli della trama che non è opportuno svelare. Ciò che posso dire è che nel mio romanzo voglio dare voce e dignità alle famiglie non convenzionali, che purtroppo alle soglie del 2024 sono ancora troppo spesso discriminate. Un altro messaggio che i lettori potranno percepire è la forza dell’amicizia e dell’amore verso il prossimo».

Questa sua opera sta avendo un buon successo ed è stata selezionata per il Salone del Libro di Torino 2024. Leggeremo presto un suo nuovo romanzo?

«Assolutamente sì. Sto lavorando alacremente ai romanzi numero 2 e 3 e il numero 4 ha già le sue fondamenta».

Cosa si aspetta dalla sua attività di scrittrice?
«Pubblicando questo libro ho già realizzato un sogno, il mio è un hobby, per vivere faccio altro. Spero di continuare a scrivere e a divertirmi nel farlo, ma soprattutto desidero offrire ai lettori storie avvincenti, coinvolgenti e che facciano riflettere. Il gradimento di chi legge e leggerà i miei romanzi è lo scopo principale di questa mia attività».

VISITA LA BIBLIOTECA
Libri scelti e commentati da LimpidaMente
VISITA LA CINETECA
Film scelti e commentati da LimpidaMente
VISITA LA DISCOTECA
Dischi scelti e proposti da LimpidaMente
SEGUI LIMPIDAMENTE
Rimani in contatto:
Limpida Mente è anche su Facebook Limpida Mente è anche su Twitter Limpida Mente RSS Feeds  

Sanremo 2023 :: Album e Compilation.  I cantanti, le canzoni e gli album della 73ma edizione del Festival della Canzone italiana

Cineteca :: I film in dvd